13° Incontro alla Cascina del Boschetto in occasione del 130° della Nascita

12 Gennaio 2020 – Come ogni anno in occasione dell’anniversario della nascita di don Primo Mazzolari, avvenuta il 13 gennaio 1890, un gruppo di Associazioni cremonesi ha fatto visita alla cascina di San Colombano del Boschetto, luogo di nascita del sacerdote cremonese. Quest’anno a differenza degli anni precedenti si è avuto una numerosa presenza di partecipanti all’incontro di riflessione, oltre settanta persone, sul pensiero pacifista integrale di don Primo con l’invito a riscoprire la propria umanità nel terribile momento in cui il mondo appare in balia di una guerra mondiale. Partendo dal piazzale della chiesa di S. Maria Annunciata, parrocchia di origine della famiglia Mazzolari, dove il piccolo Primo fu battezzato, il corteo ha raggiunto la vicina cascina di San Colombano, luogo natale del sacerdote, dove si è svolto il momento di riflessione con interventi di don Antonio Agnelli, don Mario Aldighieri, Giuseppe Torchio e Marco Pezzoni che al termine dell’incontro ha ricordato che c’è la ricetta per un mondo che scelga di riscoprire e testimoniare con i fatti la propria umanità: nel segno di un rifiuto totale della guerra che nel volume “Tu non uccidere” trovò fin dal 1955 il suo manifesto avanzatissimo e compiuto, la base di una delegittimazione anche teologica per qualsiasi pretesa di guerra “giusta”. L’evento è stato promosso dalla Tavola della pace di Cremona in collaborazione insieme a Forum delle Idee (rete ASVIS, Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile), ACLI provinciali, Pax Christi, Forum per la pace e il diritto dei popoli “Primo Mazzolari”, Cremona nel mondo, Movimento Federalista Europeo. All’incontro era presente una delegazione della comunità Pakistana di Cremona.

You may also like...

Comments are closed.