Fondazione don Primo Mazzolari


 

Prefazione di Fulco Pratesi – Postfazione di Fabio Scarsato

Nel lontano 25 gennaio 1950, Don Primo Mazzolari tenne a Padova una conferenza prendendo le mosse dal fioretto che narra l’incontro tra San Francesco e il lupo di Gubbio. Egli ne trattò collegando l’episodio al vangelo e facendone una parabola esistenziale dei suoi tempi…

Dei suoi?

Bastera ripercorrere la trama del famoso testo per riscoprirne, assieme a Don Mazzolari, tutta la sua attualita…

Edizioni Messaggiero Padova anno 2016

A cura di Don Bruno Bignami – Luis Infanti De La Mora – Vittorio Prodi

Lettera inciclica di Papa Francesco

“Laudato si’,mi’ Signore”, cantava San Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza. e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia. Questa sorella prostesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla.

Casa Editrice Dehoniano Bologna anno 2015

La Fondazione, oggi ha appreso con dolore la notizia della scomparsa del Card. Dionigi Tettamanzi, già Arcivescovo di Milano e successore del grande Card. Carlo Maria Martini. 

Lo ricordiamo per aver onorato la nostra comunità bozzolese, accettando l’invito di venire a concelebrare nella chiesa arcipretale, il cinquantesimo anniversario della morte di Don Primo Mazzolari, la domenica del 19 aprile 2009. Siamo in possesso del testo della sua omelia pronunciata quel giorno, molto toccante in cui esprimeva il concetto che “ Era Gesù il segreto di Don Primo, il tutto della sua vita appassionata. Il suo profilo sacerdotale limpido di alta umanità e di filiale fedeltà al messaggio cristiano e alla chiesa , possa contribuire a una fervorosa celebrazione dell’ Anno Sacerdotale, che avrà inizio il 19 giugno prossimo. Nel profilo sacerdotale di Don Primo mi sembra davvero centrale la verità, meglio l’esperienza della misericordia divina. Ora tra le parole più calde e più capaci di farci comprendere il volto misericordioso di Dio ci sono quelle da lui gridate il giovedì santo, 3 aprile 1958, quando parlò di Nostro fratello Giuda”.

Carteggio tra Don Primo Mazzolari e Luigi Santucci (1942/1959), introduzioni e note di Arturo Chiodi. Il carteggio Mazzolari – Santucci non è soltano il documento bio-bibliografico di un rapporto culturale. È la testimonianza di una straordinaria amicizia, di un’eccezionale consonanza di pensiero e di animo, di un tratto di vita in cui si affiancano e si collegano momenti di familiarità e confidenza, slanci di gioia, ore di amarezza e aneliti di speranza. Quasi venti anni di lettere: un lungo “colloquio” davvero a cuore aperto.

Casa Editrice Paoline anno 2001

Comments are closed.