Fondazione don Primo Mazzolari


 

Il libro ricostruisce l’esperienza spirituale cristiana proposta da un testimone come Mazzolari.Le lettere contenute nel volume, tutte assolutamente inedite, sono una finestra aperta sulla concretezza della vita cristiana.

<<Le parole di don Primo Mazzolari – si legge nella presentazione – sono provocatorie perchè vere. Una misericordia a bracciate indica una spiritualità per il nostro tempo>>

Mazzolari dialoga con preti, amici, suore, laici, politici, religiosi… fino al presidente della Repubblica Giovanni Gronchi.

A cura di Bruno Bignami

Edizioni Messaggero Padova

Grande emozione ieri sera al Boschetto (CR) riascoltando le parole di Don Primo nella sua cascina di San Colombano

Alla presenza di un numeroso pubblico, ieri pomeriggio, alle ore 18, presso la Cascina di San Colombano (CR), luogo della nascita di Don Primo Mazzolari, si è tenuto il quarto degli incontri 2018, sulle letture e rappresentazioni mensili per la serie dedicate ai suoi scritti, organizzato dal Comune di Cremona, la Diocesi e la Fondazione Mazzolari di Bozzolo. La serata ha avuto inizio con la presentazione dell’ultima edizione del  testo di Don Primo “Tra l’argine e il bosco”, curata dal prof. Mario Gnocchi, membro del Comitato Scientifico della Fondazione. Subito dopo sono intervenuti la nota attrice cremonese Daniela Coelli che con alta professionalità ha letto ed interpretato molto bene lo stato d’animo di Don Primo in quei momenti della sua esistenza, accompagnata musicalmente da Fabio Turchetti alla fisarmonica e chitarra. Al termine dell’incontro il pubblico assai soddisfatto, ha riservato al curatore dell’opera il prof. Mario Gnocchi, alla Sig.ra Daniela Coelli encomiabile nella lettura teatrale del testo, a tratti carico di emozioni e al musicista Sig. Fabio Turchetti, un lungo ed interminabile applauso.

 

Programma

Collegamento alla pagina della Diocesi di Cremona

Colloquio su Don Primo Mazzolari presso la Sede Principale dell’Unesco – Parigi

TEMA

CI IMPEGNAMO PER AMARE IL MONDO

IL MESSAGGIO DI PACE DI DON PRIMO MAZZOLARI (1890-1959)

 

Su proposta di Mons. Francesco Follo, Osservatore permanente della Santa Sede presso l’UNESCO, si intende realizzare un rilievo culturare internazionale presso l’UNESCO di Parigi, appunto intorno alla figura e agli scritti di don Primo Mazzolari, soprattutto come precursore del modello di rapporto Chiesa-mondo espresso poi dal Concilio Vaticano II nella Costituzione pastorale Gaudium et Spes.

L’evento è promosso in collaborazione dalla Missione Permanente di Osservazione della Santa Sede presso l’UNESCO, dalla diocesi di Cremona e dalla Fondazione don Primo Mazzolari di Bozzolo (MN).

Per l’occasione la diocesi di Cremona intende organizzare un pellegrinaggio diocesano con la visita a Parigi.

 

Giovedì 29 Novembre 2018 dalla ore 15.00 alle ore 18.00

 

Location: Sala II UNESCO con circa 450 posti, situata 125 Avenue de Suffren – Parigi

Modalità del colloquio:

  • Videomessaggio di Papa Francesco
  • Relazione centrale: Card. Pietro Parolin, Segretario di stato di Sua Santità

Tema: Il rapporto tra la Chiesa e il mondo alla luce del Concilio Vaticano II e del pensiero di don Primo Mazzolari;

  • Comunicazioni:

1) Guy Coq, membro della rivista Esprit e Presidente emerito dell’Associazione <Amis d’Emmanuel Mounier>

Tema: I rapporti tra don Primo Mazzolari e il personalismo francese;

2) Mariangela Maraviglia, membro del Comitato Scientifico della Fondazione don Primo Mazzolari

Tema: I portavoce dei poveri: da don Mazzolari a Papa Francesco;

3) Don Bruno Bignami, Presidente dela Fondazione don Primo Mazzolari

Tema: Don Primo Mazzolari anticipatore del Concilio Vaticano II

  • All’inizio porteranno il loro saluto il Direttore Generale UNESCO e Mons. Antonio Napolioni, Vescovo di Cremona.
  • Conclusione di Mons. Francesco Follo.

Comments are closed.