Comunicato stampa Prefettura di Mantova

Riceviamo dalla Prefettura di Mantova il seguente Comunicato stampa -9 giugno 2017- per la visita del Santo Padre a Bozzolo il prossimo 20 Giugno p.v.

E’ stato sottolineato che la visita del 20 giugno non assumerà il carattere dell’evento ufficiale in quanto, per desiderio del Santo Padre, dovrà mantenere il carattere di un pellegrinaggio in forma riservata e, pertanto, il Santo Padre non incontrerà autorità,persone o gruppi organizzati.

La visita sarà molto breve e si svolgerà tra le 9,00 e le 10,30 del 20 giugno.

Il Pontefice, una volta atterrato con l’elicottero ed accolto solo dal Sindaco di Bozzolo e dal Vescovo di Cremona, percorrerà con un’autovettura chiusa un tratto stradale urbano giungendo rapidamente nella piazza antistante la Chiesa parrocchiale.

Successivamente farà ingresso in Chiesa, sosterà in preghiera sulla tomba di Don Primo Mazzolari e terrà sempre in Chiesa, un’allocuzione ai presbiteri e diaconi della Diocesi di cremona.

L’accesso alla chiesa e alla piazza antistante sarà consentito a chi avrà un apposito pass. L’intervento del Pontecife sarà contestualmente trasmesso all’esterno sui maxischermi che verranno allestiti nella piazza antistante la chiesa stessa e nella piazza del comune.

Terminato tale impegno, il Santo Padre ripercorrerà lo stesso itinerario stradale e ripartirà subito in elicottero per altra destinazione.

Si tratta di un percorso molto breve che consebtirà solo una limitata presenza di pubblico.

Per i fedeli che troveranno posto lungo le vie di passaggio del Papa, il comune sta completando la definizione degli ultimi profili organizzativi, riferiti alla gestione degli spazi pubblici, al transennamento delle arterie stradali interessate, all’installazione di almeno due maxischermi in altrettante piazze comunali, al rilascio dei pass per l’accesso ai siti (d’intesa con la Diocesi di Cremona), all’assistenza alle persone che arriveranno, ed altro.

Il Questore redigerà un’apposita ordinanza di servizio per regolare tutti gli aspetti connessi alla gestione in sicurezza dell’evento, ai quali collaboreranno pienamente tutte le Forze dell’Ordine.

Regione Lombardia e Provincia di Mantova attiveranno le Organizzazioni del Volontariato di protezione civile, mettendo a disposizione oltre un centinaio di volontari, sulla base di un’apposita richiesta che il Prefetto ha già provveduto ad indirizzare agli Organi competenti.

In conclusione della riunione, il Comitato Provinciale ha espesso l’avviso che debba essere data ampia divulgazione del fatto che il carattere riservato del pellegrinaggio non prevede incontri ravvicinati con il Santo Padre, auspicando che il pur prevedibile afflusso dei fedeli non determini eccessivi assembramenti di persone, per non sovradimensionare l’evento stesso rispetto agli angusti spazi del territorio e dunque per garantire al massimo la sicurezza di che sarà presente.

You may also like...

Comments are closed.